Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social-media e analizzare il traffico generato. Continuando a navigare in questo sito web acconsenti all'uso dei cookie.

Stop & Go

Ho paura che ci dovrò fare l’abitudine. Parlo dei continui stop and go a cui la schiena mi costringe periodicamente. Eventi acuti, singoli, in cui una fitta improvvisa segna l’inizio di una pausa forzata. La schiena che si irrigidisce per qualche giorno e la lontananza da strada e allenamenti. So già come correre ai ripari, ma ci vuole tempo, costanza e alla fine anche un po’ di fortuna. Intanto i Corro Ergo Sum Runners...

Lunedì scorso, corsa tranquilla, con la tentazione quasi anche di allungare ai dodici chilometri. Ma il risveglio del giorno dopo non è stato indolore. Colpo di tosse, ancora da sdraiato nel letto. Fitta nella zona lombare sinistra. E schiena che poco a poco durante la giornata si è irrigidita fino a bloccarmi. E la colpa non è stata sicuramente della corsa, anzi. Correndo non ho alcun fastidio. Sono più i momenti in cui sto seduto e mi alzo ad essere deleteri. Camminando, muovendomi, pedalando è tutto un altro mondo. E’ la sedentarietà il male del nostro secolo. Dovremmo trovare il modo di essere sempre in movimento per stare bene. Una volta erano i contadini, i muratori, i giardinieri a stare male fisicamente per colpa del loro lavoro, fisico e logorante. Oggi stare tutto il giorno alla scrivania, seduti, con le spalle in tensione, la vista diretta sugli schermi del pc è ancora più deleterio. Più infimo. Più pericoloso. 

Fortunatamente comunque sono bastati due giorni perché la schiena tornasse a posto. Una seduta fisio-osteopatica da Eleonora (Studio OP) e un po’ di elettrostimolazione con il Compex Runner per rilassare la zona lombare. E sabato mattina (ma avrei potuto provare già venerdì) sono tornato a correre sul Naviglio. Buono il ritmo, malissimo le sensazioni. Il fisico vuole correre, inconsapevolmente. Ma manca tutto il resto. Gambe da ricostruire e fiato corto. Insomma le solite cose. La cosa positiva è che il VO2 Max per lo meno è incostante crescita, arrivato a 56 in un mesetto. Nulla di eclatante, ma almeno il segnale che qualcosa si sta muovendo.

Giornalmente proseguo con gli esercizi di allungamento della colonna vertebrale. Dieci minuti che rilassano completamente la schiena e che la stanno facendo tornare decisamente più elastica. Voglio vedere tra un anno quali saranno i risultati, anche se oggi già qualche beneficio lo sento. Da aumentare sicuramente gli esercizi di postura e potenziamento che mi ha consigliato il mio personal trainer Daniele. Ci vuole sempre pazienza, ma sono quelli che mi potranno aiutare maggiormente proprio nel combattere gli eventi acuti di cui son rimasto vittima la scorsa settimana. Tra dieci giorni poi ritornerò a vedere il caro prof. Massini per una verifica sulla condizione e sulla corretta postura in corsa, sperando di avere dei commenti positivi. E infine, tra due settimane, la seconda visita dall’ortopedico, che sperò coinciderà anche (e finalmente!) alla possibilità di una risonanza magnetica per capire quali siano le cause di questi eventi fastidiosi (ormai la presenza di una profusione mi sembra più che scontata). 

Corro Ergo Sum Runners

Nel frattempo i Corro Ergo Sum Runners spopolano in tutta Italia. Ieri podio per Chiara alla Bossoni Half Marathon di Orzinuovi, 1° di categoria, 3° italiana e 6° assoluta. Ottima la prova di Simone Schmalzbauer alla 10 Miglia di Rimini, 10° assoluto con un tempo (58’ 43”) di tutto rispetto. Sette giorni fa, ancora Chiara a podio alla Mezza di Cernusco Lombardone, 3° assoluta e 2° di categoria; Manuela Pernice 2° di categoria alla Mezza EcoMaratona del Sale di Cervia; 3° assoluto Fabrizio Rausa nei quattordici chilometri della Corsa di Primavera di Paullo. 25 aprile da podio sempre per Manuela, 3° assoluta, e Gabriele Ammoni, 1° assoluto, nei dieci chilometri alla Corsa di Primavera al Parco della Vettabbia. Aprile che si era aperto con il 3° posto femminile assoluto per Lorenza Di Gregorio alla Mezza Maratona di Stradella, il 1° posto di categoria sia per Irina Ivanova alla Correre per Legnano che per Chiara alla Mezza di Seregno (4° assoluta). Se non ci fossero loro... 

Corro Ego Sum Club

Novità poi nel mondo fatato di Facebook. Viste le numerose richieste di iscrizione al gruppo societario riservato ai Corro Ergo Sum Runners, abbiamo deciso di aprire un nuovo spazio libero, per tutti gli amici di Corro Ergo Sum che vogliono dire la loro, condividere le proprie esperienze, idee, proposte, gare, allenamenti o chiedere consigli... Corro Ergo Sum Club! Iscrivetevi e dite la vostra su tutto quello che volete. Parlando di corsa naturalmente. 

Di seguito tutti i canali ufficiali su cui seguire Corro Ergo Sum: