Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social-media e analizzare il traffico generato. Continuando a navigare in questo sito web acconsenti all'uso dei cookie.

In bici con Mycycling di Technogym

Dopo gli esercizi di allungamento per la colonna vertebrale, dopo gli esercizi per il rinforzo del core è ora di passare al terzo step: bici. Per farlo mi sono affidato ad un nuovo strumento messomi a disposizione da Technogym, Mycycling. Prima un test di soglia per la calibrazione del programma di allenamento e oggi finalmente la prima sessione.

E mi sono divertito. Perché non è la solita pedalata indoor senza un perchè, ma un allenamento studiato e guidato dall’App Mycycling che adatta le varie sessioni in base al proprio livello di forma e preparazione e agli obiettivi che ci prefigge. Che per me sono decisamente semplici: cross training per la corsa e un aiuto per alleggerire l’affaticamento alla schiena in questo periodo di ripresa. Strizzando anche un occhio alla perdita di peso. 

Se avrò il modo e il tempo di farlo, alternerò per le prossime (18) settimane una sessione di bici (3) e una di corsa (4), occupandomi alla fine tutta la settimana. Non sarà semplice ma ci proverò. Anche perché caratteristica di Mycycling è quella di racchiudere in poco tempo (da 40 a 70 minuti) l’allenamento giornaliero, con il vantaggio di poterlo fare direttamente a casa senza altre inutile perdite di tempo. Praticamente come un’uscita di corsa. 

Per il momento la parte più dura è stata rimanere in sella. Non essere abituato alla seduta mi ha provocato non leggeri fastidi sul finire della sessione. Cosa che col tempo andrà svanendo. Nessun problema invece per seguire lo sviluppo dell’allenamento, adattato alla mia situazione attuale grazie al test di soglia fatto due giorni fa. Il programma è anche fatto in modo di incrementare poco a poco la difficoltà di esercizio e quindi di facile esecuzione.  I parametri iniziali sono stati di 192 watt per la potenza di soglia e 89 per la cadenza. 

Technogym Neuromuscular Training

Mycycling è un modo diverso di avvicinarsi al ciclismo, sia per chi come me arriva da un altro sport, sia per chi già lo pratica. Mycycling utilizza l’allenamento neuromuscolare studiato e brevettato da Technogym (o TNT – Technogym Neuromuscular Training), basato sul continuo cambiamento biomeccanico del gesto sportivo dettato dal cervello. Nel caso specifico, l’adattamento della cadenza di pedalata, rapportata alla variazione della potenza. E’ basato sul proprio livello di soglia anaerobica ed ha l’obiettivo di migliorare le caratteristiche metaboliche e neuromuscolari ed innalzare il proprio livello di performance.

Mycycling è un “rullo” che si installa alla propria bici (qualsiasi tipologia di bici, da strada o mountain bike) al posto della ruota posteriore. Un freno magnetico simula la rotazione della ruota sulla strada, aumentando o diminuendo la durezza della pedalata e variando così la potenza da sviluppare sui pedali. Molto semplice. Il tutto viene gestito tramite la App Mycycling, attraverso la quale si può impostare il tipo di allenamento che si preferisce. 

App Mycycling

Attraverso la App (utilizzabile sia per iOS che per Android) è possibile gestire tutta la propria preparazione. Sono tre le diverse tipologie di attività che si possono praticare. Utilizzare uno dei programmi messi a disposizione, programmare allenamenti singoli, affidarsi ad un coach Technogym.

La prima operazione da fare per definire con precisione i carichi di lavoro e monitorare i propri progressi nel tempo, è identificare il proprio valore di soglia anaerobica attraverso due possibili test da effettuare indoor, in autonomia e in breve tempo: il Test Massimale Technogym e il Test FTP. Se invece si conoscono già i propri valori di soglia è sufficiente di inserirli manualmente.

Poi basta scegliere l’allenamento che si preferisce. L’allenamento personalizzato di 18 settimane scelto da me è suddiviso in tre blocchi da 6 settimane: costruzione, sviluppo e rifinitura. Sono previsti tre allenamenti settimanali della durata compresa tra soli 40 e 70 minuti, basati su variazioni costanti di cadenza e potenza, per allenare sia le fibre muscolari lente che quelle veloci, fondamentali per ottimizzare la massa muscolare attiva e migliorare la coordinazione intramuscolare e intermuscolare. Con un solo obiettivo: andare più forte. 
Oltre a questo ci sono schede ad hoc per preparare in poche settimane in maniera specifica le più famose gare che hanno fatto la storia del ciclismo, come la Maratona delle Dolomiti, lo Stelvio, l'Alpe d'Huez e molte altre. 
Per chi invece ha più esperienza ci sono una serie di allenamenti singoli per programmare personalmente la propria settimana.

Immancabili, ma soprattutto utili per la mia situazione attuale, anche una serie di video training per il rinforzo del core, non importanti solo per chi corre, ma anche per chi pedala. Un monito che difficilmente dimenticherò presto. Adesso ho tutto quello che mi serve. Il resto tocca a me.