Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social-media e analizzare il traffico generato. Continuando a navigare in questo sito web acconsenti all'uso dei cookie.

Isodrops, reintegrazione proteica

Da quando ho ripreso a correre dopo l’infortuno, ho cambiato un po’ di cose nella mia metodologia di allenamento. Come in tutto quello che ruota attorno allo star bene, al miglioramento della prestazione ed al recupero. Ed ho scoperto Isodrops, un nuovo integratore alimentare proteico e vitaminico made in Italy.

Sono sempre stato un sostenitore dell’abbinamento alimentazione-allenamento fin da quando ho visto, su di me, i risultati nei primi anni in cui mi sono concentrato sulla corsa. Nulla di eccezionale. Solo un’attenzione maggiore al bilanciamento giornaliero di grassi, proteine e zuccheri e alla rinuncia (o limitazione) di certi cibi. Ma, per un amante della buona tavola, non è sempre facile stare attento, soprattutto quando non c’è nemmeno lo stimolo della competizione o del raggiungimento di nuovi risultati, come in questo periodo. 

E in effetti ultimamente sto facendo molta più fatica a perdere quei chili in eccesso che in questi mesi sono arrivati rispetto a quanto mi ero immaginato. Fatica alimentare che è andata di pari passo con quella fisica. Tornare ai vecchi ritmi e alle vecchie distanze non è sicuramente un gioco da ragazzi. Ma in questo, soprattutto nelle primissime settimane, ho trovato un alleato che mi ha dato una mano a sentirmi meglio, soprattutto nella fase di recupero e rigenerazione.

Si chiama Isodrops. Un integratore pronto per essere consumata subito dopo l’attività fisica, ma adatto anche in qualsiasi momento della giornata per integrare la normale dieta o per superare i momenti in cui il fisico è più debilitato. Contiene un alto quantitativo di vitamine C, E, B1, B2, B6 e B12 e fornisce solo 60 Kcal a bottiglia, un formato da 250 ml più funzionale delle barrette proteiche (che io personalmente fatico a digerire), più pratico delle polveri (è già pronto) e più digeribile delle proteine a base latte. 

Isodrops contiene poi 15 g di proteine (WPI) a rapida digestione e dall’eccellente efficienza metabolica, con un altissimo valore biologico e con elevati livelli di amminoacidi (ha lo 0% conservanti, grassi e zuccheri ed è senza glutine e lattosio per chi ne fosse intollerante). Oltre al reintegro degli elementi persi e consumati durante l’attività fisica, Isodrops favorisce la sintesi proteica (le proteine del siero di latte rappresentano una fonte di aminoacidi essenziali per la formazione muscolare), migliora la forza muscolare (l’integrazione di proteine del siero di latte permette un miglioramento della forza muscolare più significativo rispetto ai carboidrati e ad altri gruppi di controllo proteici), migliora le prestazioni e la resistenza (riduce al minimo lo stress ossidativo), riduce i tempi di recupero, migliora la composizione corporea (in particolare in combinazione con attività di resistenza) e potenzia il sistema immunitario.

Che sia diverso lo si sente subito appena assunto. Il sapore è decisamente lontano a quello dagli integratori più conosciuti (i gusti sono due, frutti di bosco e arancia) come gli effetti post allenamento, praticamente immediati nelle ore seguenti. Il mal di gambe, la spossatezza e la stanchezza dovute al ritorno all’attività fisica le ho subito dimenticate e il recupero muscolare tra un allenamento e l’altro è stato molto più veloce. Sarà interessante provarlo quando anche le gambe andranno più veloci. Ma per quello ci vorrà ancora un po’ di tempo. E di allenamento.