Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social-media e analizzare il traffico generato. Continuando a navigare in questo sito web acconsenti all'uso dei cookie.

Walking... per iniziare

Quando si comincia un'attività come la corsa per chi non è abituato la cosa importante è essere costante e non essere impazienti di vedere a breve termine i risultati che si vogliono ottenere, come spiegato nei cinque punti fondamentali dell'allenamento.

Per abituare il corpo, la testa e le gambe alla corsa è necessario fare un gradino alla volta. Uscire di casa e partire al galoppo avrebbe il solo effetto di tornare presto sui propri passi, sconfortati, riporre le scarpe da running nell'armadio ed abbandonare subito l'idea di correre. Come per qualsiasi altra attività l'approccio deve essere fatto a step, con il giusto equlibrio.

La tabella d'allenamento per il walking è composta da due momenti differenti: la corsa vera e propria (a sensazione, a ritmo medio/lento) e il recupero (cammino). E' importante alternare, soprattutto all'inizio, le due fasi per far sì che il corpo si abitui a poco a poco allo sforzo che deve sopportare e di volta in volta aumentare la sua capacità di resistenza. La fase di recupero è importante almeno quanto quella di corsa, perchè permette a corpo e mente di imparare a correre senza arrivare alla criticità dello sforzo.

Se siete scettici, se pensate che la corsa non faccia per voi, se credete che non riuscirete mai a correre vi lascio la testimonianza di chi invece ha voluto provare e non si è arreso davanti alle prima difficoltà. Perchè dentro ad ognuno c'è un piccolo runner...